Sfruttamento sessuale minorile Ai sensi della Legge 679 del 3 agosto 2001 emanata dal Congresso della Repubblica, che detta disposizioni per prevenire e contrastare lo sfruttamento, la pornografia e il turismo sessuale con minori. In conformità con le disposizioni di detta legge, tutte le persone devono prevenire, bloccare, combattere e denunciare lo sfruttamento, la sistemazione, l'uso, la pubblicazione, la diffusione di immagini, testi, documenti, file audiovisivi, l'uso improprio delle reti globali di informazione o l'istituzione di collegamenti telematici di qualsiasi genere relativi a materiale pornografico o allusivo all'attività sessuale di minori. Il mancato rispetto di quanto sopra potrebbe generare responsabilità penali e/o amministrative.

Politica per la prevenzione dello sfruttamento sessuale dei minori. NUEVA LENGUA SAS si impegna a prevenire lo sfruttamento e l'abuso sessuale dei minori legati al turismo, pertanto svolgiamo le seguenti attività di prevenzione: Il passeggero è informato “in tutti i nostri piani, l'articolo 16 della legge 679 del 03 agosto 2001, protezione dei minori dalla prostituzione ”. Richiedi informazioni ai clienti sul loro documento di identità: passaporto se sei straniero e carta di cittadinanza se sei cittadino. Nel caso di minori, carta d'identità o anagrafe, si verifica parentela che li identifichi con parentela di primo grado, se la persona viaggia con altro parente minorenne diverso dal figlio, si segnala che deve portare con sé una lettera di autorizzazione dei genitori al viaggio.

Non consentire la vendita di pacchetti turistici quando si sospetta che possa trattarsi di un caso di abuso sessuale di minori. In questo caso, i dipendenti dell'agenzia dovrebbero evitare a tutti i costi di vendere il piano turistico alla persona. Per nessun motivo i dipendenti, i fornitori, le guide e gli operatori possono promuovere od offrire pacchetti turistici, siti, immagini, testi, pubblicità, video, o qualsiasi mezzo in cui vengano mostrate attività sessuali con minori. Formare e sensibilizzare costantemente dipendenti, fornitori, clienti, guide e agenzie esterne.

Viene stabilito il CODICE DI CONDOTTA PER PREVENIRE ED EVITARE L'USO E LO SFRUTTAMENTO SESSUALE DI RAGAZZI, RAGAZZE E ADOLESCENTI IN ATTIVITA' TURISTICA, che viene divulgato e sottoscritto dai dipendenti, dalle guide e dagli operatori. L'agenzia ha adottato e firmato il Patto "Bogotà contro lo sfruttamento sessuale commerciale di bambini e adolescenti associato a viaggi e turismo". PATTO DI BOGOTÁ CONTRO LO SFRUTTAMENTO SESSUALE COMMERCIALE DI RAGAZZI, RAGAZZE E ADOLESCENTI ASSOCIATI AI VIAGGI E AL TURISMO Agenzie di viaggio, strutture ricettive e ricettive, società di trasporto terrestre, bar e ristoranti di interesse turistico, guide turistiche e altri fornitori di servizi turistici a Bogotá DC che hanno firmato questo accordo: Sappiamo che sebbene il turismo non sia la causa dello sfruttamento sessuale commerciale di ragazzi, ragazze e adolescenti, fornisce l'anonimato ai potenziali sfruttatori e le sue infrastrutture possono facilitare lo svolgimento clandestino di azioni di sfruttamento.

Siamo consapevoli delle gravi conseguenze che le attività di sfruttamento sessuale commerciale dei bambini associate al turismo hanno, sia per l'industria del turismo che per la società in generale e per i bambini e gli adolescenti in particolare. Riconosciamo la nostra responsabilità di proteggere bambini e adolescenti da qualsiasi tipo di azione che faciliti il ​​loro sfruttamento sessuale commerciale e che minacci la loro integrità fisica e un adeguato sviluppo sessuale. Conosciamo ed accettiamo il Codice Etico che abbiamo sottoscritto ai sensi della Legge 679 del 2001, e rinnoviamo il nostro impegno a rispettare integralmente i mandati ivi stabiliti.

Dichiariamo la nostra disponibilità a lavorare insieme alle autorità pubbliche, alle organizzazioni internazionali, alle ONG e tra di noi, nella costruzione e attuazione della strategia "Bogotà contro lo sfruttamento sessuale commerciale di ragazzi, ragazze e adolescenti nei viaggi e nel turismo 2009-2011", finalizzata al rafforzamento delle misure di prevenzione e controllo necessarie per l'eradicazione di questo flagello. Promuoveremo spazi di riflessione e formazione su questo tema tra i nostri dipendenti e collaboratori.